home  »  I percorsi spirituali  »  La corsa al Vangelo  »  4° giorno: Cappadocia

4° giorno Cappadocia
“In principio Dio creò il cielo e la terra”

Visita della Cappadocia, regione unica nel suo genere (patrimonio dell’Unesco), dove l’erosione nei millenni ha lavorato la roccia di tufo calcareo creando forme insolite.

Visitiamo: la valle dei “camini delle fate” a Pasabag, il Museo a cielo aperto della Valle di Goreme, la Fortezza di Uchisar, il villaggio troglodito di Cavusin. Pranzo in ristorante. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

La Cappadocia, per scenario e per storia, ci riconduce al “principio e fondamento” della creazione. Come, infatti, il vento e l’acqua agiscono sulle forme della roccia, così il sapiente Dito di Dio, artista perfetto, continua a pensare e modellare con sapienza e creatività il suo creato che ha affidato all’uomo, suo intimo amico, quale custode. Risalendo, dunque, lungo il fiume della tradizione dei Padri della Chiesa e dei Patriarchi biblici, lasciamoci incantare dalla bellezza del progetto del Creatore, prendendo contemporaneamente piena coscienza della drammatica ferita impressa nel creato dal peccato dell’uomo e dalla dispersione delle genti e dalla confusione delle lingue a Babele.

Visite: valle dei “camini delle fate” a Pasabag, Museo a cielo aperto della Valle di Goreme, Fortezza di Uchisar, villaggio troglodito di Cavusin.

Con i termini camini delle fate o piramidi di terra si fa riferimento alla denominazione popolare data a rilievi rocciosi con morfologia tipicamente formata da un prisma rastremato verso l'alto di tufo (oppure limo o ...

Un approfondimento di Rossi de Gasperis sul tema del Diluvio.

continua..

La creazione ha origine da un’iniziativa assolutamente gratuita di Dio che liberamente decide di dar corpo ad un’altra realtà che non sia lui stesso.

continua..

All’origine della nostra storia non troviamo solo il progetto di Dio sul mondo e sugli uomini, ma anche perché quel progetto è stato rovinato

continua..

Il deserto è anzitutto un luogo adatto per poter gustare il senso della creazione.

continua..

È la capacità di sapere ritrovare e raccontare la buon notizia in ogni contesto e ambito di vita, anche davanti alle esperienze più dure.

continua..